BJJ NoGi - Batatinha Team Roma BJJ & MMA Academy

Vai ai contenuti

Menu principale:

BJJ NoGi

BJJ
Il submission wrestling, detto anche submission grappling o BJJ No Gi o alle volte per brevità grappling, è uno stile di lotta in cui lo scopo è portare a terra l'avversario e costringerlo alla resa con una tecnica di sottomissione (strangolamenti, leve articolari o pressioni dolorose).

Le sottomissioni sono tecniche che mettono l'avversario in una  posizione pericolosa per la sua incolumità fisica costringendolo ad ammettere, attraverso un segnale verbale o fisico (battere con la mano o  con il piede sul corpo dell'avversario o sul tappeto), che non può liberarsi dalla presa senza riportare danni fisici (e riconoscendo in  questo modo la sconfitta). Inoltre è possibile vincere un combattimento guadagnando più punti tecnici (portando a terra l'avversario o, nel  combattimento a terra, ribaltandolo o conquistando una posizione di dominio su di lui).
In Italia il grappling è uno sport riconosciuto dal CONI e di competenza della FIJLKAM  (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), federazione  nazionale riconosciuta dal CONI, che ne ha delegato la gestione alla FIGMMA (Federazione Italiana Grappling Mixed Martial Arts).

Nei combattimenti di MMA, la fase in cui gli avversari lottano a terra viene chiamata "fase di grappling".

Il grappling tra tutti gli sport di lotta è il più completo ed efficace per la preparazione delle fasi di combattimento a terra delle MMA e proprio perché riunisce tutte le tecniche di sottomissione più efficaci è lo stile di lotta al suolo più utilizzato negli incontri di budo moussaraa MMA.

Il grande successo che hanno i campioni di grappling nei vari circuiti di MMA professionistiche in tutto il mondo sta inoltre contribuendo notevolmente alla diffusione del grappling in tutto il mondo.

Il grappling, per la sua peculiarità di permettere di difendere se stessi e altre persone controllando e rendendo impotente l'aggressore senza provocargli danni fisici seri, è sempre più utilizzato nelle forze armate e nelle forze di polizia di tutto il mondo e per la difesa personale.

Grappling e Bjj: quali differenze?

il grappling si pratica senza l’uniforme, denominata “gi”. Lo svolgimento delle gare del BJJ senza kimono è pressoché identico a quello delle gare del tradizionale Brazilian Jiu-Jitsu, a parte qualche piccola differenza di regolamento: ad esempio quando un atleta salta in guardia, si siede o si butta a terra.

Grazie al grappling sarà possibile smaltire i chili di troppo e aumentare la flessibilità delle articolazioni. D’altra parte questa disciplina consente anche di coinvolgere tutta una serie di muscoli che nella quotidianità non si utilizzano.

Ma non finisce qui! Il Brazilian Jiu-Jitsu Nogi fa anche bene alla mente!

Questo stile di lotta, infatti, migliora la concentrazione, sviluppa le capacità mnemoniche e insegna a lavorare duramente e con pazienza per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Inoltre il grappling rappresenta anche un’ottima occasione per ridurre il livello di stress e le tensioni: dopo una lezione, infatti, ci si sente appagati, rilassati e sollevati, grazie soprattutto all’adrenalina rilasciata nell’organismo.
"Chi ha la fortuna di seguire la strada del BJJ è una persona che si trova a compiere un meraviglioso viaggio senza destinazione, in questo viaggio non bisogna ricercare nessuna verità o teoria, ma bisogna solo avere la consapevolezza di comprendere la bellezza e il fascino del viaggio stesso. Solo così si potrà tracciare il confine tra tutto ciò che appare magico e impossibile e la cruda realtà del presente."
Torna ai contenuti | Torna al menu